IMPIEGO DELLA IDROSSI-CLOROCHINA NEL TRATTAMENTO DELL'INFEZIONE DA SARS-COV2 E G6PD

Nel soggetto con Enzimopenia G6PD (favismo) l'impiego della Clorochina in condizioni di stress e di politerapia può essere causa di crisi emolitica.

La "Società Italiana Talassemie ed Emoglobinopatie" SITE a questo proposito ha editato raccomandazioni curate dai principali esperti del settore, che trovate qui (Raccomandazioni sulla "Enzimopenia G6PD").

Il trattamento combinato della infezione da SARS2 prevede anche l'impiego della Idrossi-Clorochina.

L'alta frequenza della Enzimopenia G6PD nella popolazione italiana comporta che non tutti i soggetti carenti sappiano di esserlo e possano quindi segnalarlo ai medici.

In considerazione di quanto sopra, in mancanza di un test rapido, consigliamo di considerare il calo del valore di Emoglobina di 1.5-2 g/dL a 3-5 gg dall'inizio del trattamento con il rilievo di urine scure (là dove possibile)

Indicatore della presenza di Enzimopenia G6PD che richiede la sospensione di clorochina.

Il quadro si autolimita con risoluzione del quadro ematologico in 2-4 gg dalla sospensione della clorochina e normalmente non richiede emotrasfusione.

APPROFONDIMENTO -> COVID-19, CLOROCHINA / IDROSSICLOROCHINA E DEFICIT DI G6PD

USE OF HYDROXYCHLOROQUINE IN THE TREATMENT OF SARS-COV2 INFECTION

In subjects with erythrocyte glucose-6-phosphate dehydrogenase (G6PD) deficiency (favism), use of chloroquine in conditions of stress and when receiving combined therapies can trigger hemolytic crisis.

The Italian Society of Thalassemias and Hemoglobinopathies (Società Italiana Talassemie ed Emoglobinopatie, SITE) has, therefore, published the recommendations of the foremost experts in the field, available here: (Recommendations on erythrocyte glucose-6-phosphate dehydrogenase (G6PD) deficiency).

Combined treatment of infection from SARS2 includes also the use of hydroxychloroquine.

The high frequency of G6PD deficiency in the Italian population means that not all subjects carrying the deficiency are aware of it and cannot, therefore, tell their doctors.

Given this, and in the absence of a quick test, we advise that a drop in hemoglobin of 1.5-2 g/dL 3-5 days after start of treatment with blood in the urine (in cases in which this can be evaluated) indicates G6PD deficiency and chloroquine should be suspended.

The situation should resolve itself 2-4 days after interrupting treatment with chloroquine and a blood transfusion is not usually required.

 
per maggiori informazioni:
segreteriasite@grupposymposia.it